Chi siamo

«Questo risultato è la conseguenza dell’attenzione al cliente e al lato umano – spiega il titolare Tonino Giustizieri – Per noi è un aspetto fondamentale di un servizio che abbiamo cercato di migliorare sempre di più e con costanza nel tempo»

Una carezza, un’attenzione particolare: «Che permette al cliente di non sentirsi un numero, in una situazione difficile come quella della perdita di un caro congiunto – sottolinea Luca Giustizieri socio e figlio di Tonino – In questo modo le famiglie rimangono legate a noi, poichè condividiamo un momento delicato ed intimo insieme, cosa che lascia un segno indelebile nel profondo dell'animo».

«Già dagli anni '90 abbiamo cercato di trasformare alcuni dettagli che oggi sono diventati fondamentali per l'assetto di ogni impresa – torna a spiegare Tonino - i mezzi grigio ghiaccio, la squadra composta da soli giovani, l’arredamento dell’ufficio e l’immagine stessa dell’agenzia intendono trasmettere serenità alle persone che si rivolgono a noi, mentre, ad esempio, nelle sedi delle agenzie funebri tradizionali spesso l’arredamento è scuro e lugubre, che rimarca eccessivamente la negatività del lutto e del momento».

«Ogni singolo cliente è al centro della nostra attenzione e professionalità. Per noi è essenziale esprimere la nostra umanità con un servizio impeccabile – conclude Luca Giustizieri - Chi si rivolge a noi sa di poter contare su persone attente a svolgere al meglio il loro delicato servizio».

Ognuno di noi, nella vita, ha subito un lutto. Chi non è del mestiere, non ha interesse a conoscere un mondo che come filo conduttore riporta alla parola sofferenza. Parlare delle morte non è mai semplice, ma parlarne è importante per chi la sta affrontando. GIUSTIZIERI TONINO e LUCA con la loro esperienza approcciano questo difficile momento della vita perchè è importante essere vicini a chi resta, dando un supporto concreto, aiutando ad affrontare questo momento dove la burocrazia purtroppo ha un ruolo primario. Il nostro obiettivo è essere un’agenzia a cui potersi affidare, senza sentirsi un numero, e che permetta di affrontare il dolore della perdita con i tempi della famiglia, nella discrezione e nel rispetto del credo di ognuno".


Informazioni e Chiarezza
Share by: